Newsletter

logo_studio_tecnico_varra

Occupazione Suolo Pubblico Roma: Le principali informazioni

Come richiedere l’Occupazione di Suolo Pubblico a Roma? Leggi l’articolo per scoprire sin da subito cosa è necessario per l’ottenimento della concessione dell’Occupazione di Suolo Pubblico (O.S.P.)

Devi richiedere l’occupazione di suolo pubblico a Roma, ma non sai cosa fare? Fai attenzione! Richiedere la concessione di Occupazione di Suolo Pubblico non è una pratica semplice (specie a Roma)

Il presente articolo è volto a chiarire i soliti dubbi e perplessità tecniche che spesso sono oggetto di mancato ottenimento dell’O.S.P. (occupazione suolo pubblico).

Cosa si intende per Occupazione di Suolo Pubblico

Per Occupazione di Suolo Pubblico si intende l’utilizzazione di aree e spazi, soprastanti e sottostanti il suolo pubblico, appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile di Roma Capitale, compresi i tratti di strada situati all’interno del centro abitato […] il tutto come meglio definito dall’Articolo 2, del Regolamento per la disciplina del canone patrimoniale per l’occupazione del suolo pubblico (D.A.C. n° 21/2021).

occupazione-suolo-pubblico-roma-normativa

Doverosa premessa:

Con la comparsa della pandemia da COVID-19 si sono venute a creare due tipologie di richieste:

  • Occupazione di Suolo Pubblico Ordinaria
  • Occupazione di Suolo Pubblico COVID-19 (straordinaria e momentanea)

Spiegheremo ambedue nel dettaglio.

Richiedi una Consulenza GRATUITA

Richiesta Occupazione Suolo Pubblico Roma

Per richiedere l’occupazione di suolo pubblico a Roma deve essere trasmessa l’istanza preso l’ufficio Municipale competente. Il Regolamento chiarisce che se la domanda viene trasmessa ad un ufficio incompetente, questo dovrebbe provvedere ad avvisare il richiedente e a trasmettere i documenti all’ufficio competente.

N.B.: Dal 2021 mediante accreditamento SPID, è obbligatorio presentare la domanda online con portale telematico SUAP del Comune di Roma.

SUAP Roma – Link Portale ufficiale

Occupazione Suolo pubblico COVID

Vista l’emergenza dovuta dalla pandemia da COVID-19 annunciata dal Consiglio dei Ministri il 31/01/2020 con il quale è stato dichiarato lo stato di emergenza sono state introdotte varie disposizioni contenenti misure di sostegno alle imprese e di semplificazione per l’occupazione di suolo pubblico per la somministrazione e precisamente:

  • l’esonero del pagamento del canone COSAP;
  • la previsione di una procedura semplificata per la richiesta di ampliamento di superfici già concesse e di nuova domanda di concessione tramite la presentazione per via telematica di una istanza, con allegata la sola planimetria in deroga.

Con il fine di mirare il raggiungimento delle sopradette finalità, è stato previsto con Delibera dell’amministrazione Capitolina n° 81/2020:

  • di poter effettuare l’occupazione per una superficie massima del 50% all’interno del Sito Unesco, oppure fino al 70% all’esterno del Sito Unesco della superficie della somministrazione per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande;
  • nel caso dell’impossibilità di nuova concessione di suolo pubblico in area attigua all’esercizio e/o confinante con l’area già autorizzata è possibile effettuare l’occupazione nelle immediate vicinanze con una distanza pari a metri di seguito indicati entro la distanza massima di 25 (venticinque) metri dal fronte dell’esercizio (salvo particolari casistiche).

Inoltre vista la situazione emergenziale con l’occupazione suolo pubblico da COVID vengono derogati:

Attenzione! Non è stato derogato ovviamente il Codice della Strada.

Pertanto, tutte le domande per le concessioni su strada non sono autorizzabili se in contrasto con l’art.20, comma 1 del Codice della Strada che cita testuali parole:

Sulle strade di tipo A), B), C) e D) e’ vietata ogni tipo di occupazione della sede stradale, ivi compresi fiere e mercati, con veicoli, baracche, tende e simili; sulle strade di tipo E) ed F) l’occupazione della carreggiata può essere autorizzata a condizione che venga predisposto un itinerario alternativo per il traffico ovvero, nelle zone di rilevanza storico-ambientale, a condizione che essa non determini intralcio alla circolazione.

Fonte: aci.it

Con particolare riferimento alle occupazioni del suolo pubblico ricadenti in viabilità principale secondo il Viario di Roma Capitale e la Delibera di Giunta Comunale n.1022/2004 riportante l’intero l’elenco delle strade in “Grande Viabilità”.

Richiedi una Consulenza GRATUITA

Occupazione Suolo pubblico COVID Roma proroga

[Aggiornamento 29/03/2021]

Con la nuova Delibera 17/2022 viene prorogato il termine per la normativa transitoria emergenziale da COVID relativa all’occupazione del suolo pubblico per somministrazione di alimenti e bevande fino al 30/06/2022.

Precisamente la delibera dell’assemblea capitolina cita testuali parole:

  • di prorogare la normativa transitoria COVID-19 contenuta nell’articolo 38, comma 1 del Regolamento di cui alla Deliberazione di Assemblea Capitolina n.21/2021 fino al 30 giugno 2022, a seguito della proroga della disciplina semplificata per le Occupazioni Suolo Pubbliche (O.S.P.) funzionali alle attività di alimenti e bevande […]; 

[Aggiornamento Giugno 2022]

L’assemblea Capitolina con Deliberazione n° 43/2022 riscrive la normativa transitoria per le occupazioni da suolo pubblico richieste in forma semplificata per via dell’emergenza da COVID e proroga le OSP fino al 31/2/2022, ma non in maniera automatica, bensì andrà eseguita una comunicazione al Municipio per confermare l’occupazione di suolo pubblico da COVID.

A tal fine, ho realizzato uno schema sintetico della Delibera n° 43/2022.

OSP-COVID-a-Roma-schema_1-1024x576-1

Per maggiori informazioni su tale argomento ho scritto un’articolo dedicato all’ultima proroga per le occupazioni di suolo pubblico a Roma

Leggi l’articolo dedicato: Proroga Occupazione suolo pubblico COVID a Roma: Novità 2022

ULTIMA NOVITA’ – [Aggiornamento Dicembre 2022]

Nuovamente prorogate le Occupazioni di Suolo Pubblico, inizialmente richieste per la pandemia da COVID19 fino al 30/06/2023.

A tal fine ho scritto un apposito articolo per chiarire al meglio cosa viene prorogato e fino a quando.

Leggi l’articolo completo: Proroga Occupazione Suolo Pubblico 2023

Occupazione Suolo Pubblico gratuito

Come chiarito nel precedente paragrafo relativo alle O.S.P da COVID, con lo stato d’emergenza dovuto alla pandemia ed il carattere derogatorio delle occupazioni per la somministrazione esterna, è stato previsto l’esonero del pagamento del canone COSAP (Canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche);

[Aggiornamento 29/03/2021] N.B.: Con la nuova Delibera 17/2022 viene chiarito, visto il Decreto Millepropoghe n. 228/2021 che l’esonero dal pagamento del canone unico resta limitato fino al 31 marzo 2022.

Dunque, dal 01/04/2022 verrà ripristinato il pagamento del canone per l’occupazione di suolo pubblico (COSAP) anche per le concessioni ottenute in via straordinaria con il COVID-19.

Richiedi una Consulenza GRATUITA

Documenti necessari per l’Occupazione di Suolo Pubblico

Per la richiesta ordinaria di occupazione di suolo pubblico, l’articolo 8 del Regolamento prevede in allegato alla domanda la seguente documentazione e precisamente:

  1. stralcio planimetrico della strada, piazza o simile in scala 1:500;
  2. pianta della strada, piazza o simile in scala 1:200 con indicazione delle occupazioni di suolo pubblico e degli elementi di arredo già esistenti – tra cui gli scivoli di raccordo tra il marciapiede e la sede stradale e i segnali/percorsi tattili per disabili visivi – e di quelli richiesti; sulle strade percorse da trasporto pubblico dovrà essere indicata l’eventuale presenza di fermate ed attestata la percorribilità del mezzo pubblico;
  3. pianta e prospetto del luogo dove insiste l’occupazione di suolo pubblico richiesta, con evidenziati i tipi e le forme delle attrezzature previste, in scala non superiore a 1:100 che riproducano l’esatto stato dei luoghi;
  4. particolari in dettaglio delle attrezzature previste in scala non superiore a 1:50;
  5. tre foto d’ambiente e tre foto di dettaglio dell’area dove ricade l’occupazione prevista, di formato non inferiore a 18×24 cm;
  6. relazione tecnica;

Come specificato nella normativa e nella relativa modulistica del Comune di Roma, ovviamente, gli elaborati tecnici dovranno essere firmati da un tecnico abilitato e iscritto all’Albo professionale, oltreché dal richiedente della concessione/autorizzazione.

occupazione-suolo-pubblico-covid-roma_1

Documenti necessari per Occupazione Suolo Pubblico Roma COVID

Nel caso di domanda per occupazione da suolo pubblico da COVID come scritto in precedenza il processo è nettamente più semplificato rispetto alla richiesta ordinaria.
Ne consegue che la documentazione minima necessaria è molto più semplice da produrre e presentare.

Pertanto come documento tecnico da produrre, andrà allegata “solamente” la:

  • Planimetria riportante pianta e prospetto del luogo dove insiste l’occupazione di suolo pubblico richiesta, con evidenziati i tipi e le forme delle attrezzature previste, in scala non superiore a 1:100 che riproducano l’esatto stato dei luoghi.
Richiedi una Consulenza GRATUITA

Occupazione Suolo Pubblico tempi a Roma

Il procedimento come da regolamento viene concluso in 30 giorni dalla ricezione della domanda.

In alternativa potrebbe concludersi in 60 giorni nel caso in cui l’occupazione ricada:

  • in Città Storica dove per il rilascio della concessione è richiesto un parere preventivo obbligatorio da parte della Sovrintendenza Capitolina dei Beni Culturali.
  • sulle strade in viabilità principale dove è richiesto un parere preventivo obbligatorio da parte del Dipartimento Mobilità e Trasporti di Roma.

N.B.: E’ noto che gli uffici tecnici ed amministrativi del Comune di Roma, non sempre rispettano le tempistiche previste dalla Legge sul Procedimento Amministrativo, oltre che le tempistiche indicate nelle delibere del Comune di Roma stesso.

A tal fine si consiglia sempre di procedere per tempo nel caso di eventuali dinieghi o rallentamenti dell’istruttoria.

Occupazione Suolo Pubblico a Roma: I principali problemi

Cosa potrebbe essere motivo ostativo per il mancato ottenimento della concessione di Occupazione di Suolo Pubblico?

Il mancato rispetto delle seguenti normative e precisamente:

Richiesta Occupazione Suolo Pubblico costi

I diritti di segreteria per la presentazione dell’istanza hanno un costo pari a:

  • 70,00 Euro
    Istanza rilascio autorizzazione per concessione occupazione suolo pubblico
  • 20,00 Euro
    Comunicazione modifica istanza / Occupazione Emergenza COVID-19

Andrà inoltre preventivata la parcella del professionista, la quali non può essere stimata automaticamente, viste le differenti tipologie di pratiche (ordinaria o da COVID), ma soprattutto e viste le differenti casistiche possibili.

Consiglio vivamente di affidarvi ad un tecnico competente per avviare una consulenza specializzata, con l’intento di capire sin da subito tempi e costi per l’ottenimento della concessione.

Consulenza Tecnica

Il presente articolo, seppur dettagliato tratta in maniera esemplificata la materia contando più di 1500 parole.
Il consiglio? Seguire quanto sopra descritto, ovvero:
Non affidarti al caso, la materia tecnica è piena di insidie e problemi potenziali.

Contatta uno dei nostri tecnici specializzati per meglio comprendere con un’accurata consulenza (gratuita) e generare un preventivo di spesa.

Richiedi una Consulenza GRATUITA

Attività Commerciali – Articoli utili

Se hai trovato interessante l’argomento ti consiglio inoltre di leggere le seguenti guide e/o articoli dedicati ad imprenditori e commercialisti.

Leggi l’articolo completo: Come aprire un negozio nel Centro Storico a Roma

Immagine Drazen Zigic di shutterstock

Geom. Dario Varrà

Geom. Dario Varrà

Hai problemi tecnici con l'argomento trattato in questo articolo?

Stai cercando un Tecnico (Geometra o Architetto) per risolvere i problemi catastali ed urbanistici?

Lo Studio Tecnico Varrà è Specializzato in Consulenza:

Puoi contattarci quando vuoi,

Ai clienti provenienti da canali online offriamo come bonus

Una consulenza dedicata gratuita!

Richiedi Informazioni

Hai fretta? Chiamaci

al numero dedicato

Non siamo disponibili?

Ti interessano queste News?

Iscriviti alla nostra Newsletter relativa al settore Immobiliare ed Edilizio

Lavoriamo continuamente per informare chi ha problemi tecnici sugli immobili.

Se hai trovato l'articolo interessante, puoi aiutarci a diffonderlo tramite le seguenti azioni: