Newsletter

logo_studio_tecnico_varra

Proroga Occupazione Suolo Pubblico 2023

Nuovamente prorogate le Occupazioni di Suolo Pubblico, inizialmente richieste per la pandemia da COVID19 fino al 30/06/2023.

Con la nuova “Legge di Bilancio” relativa all’anno 2023 è stato nuovamente prorogato l’art. 40 D.L. 144/2022 (Decreto Aiuti Ter) che regolamentava il regime di occupazione di suolo pubblico straordinario e precisamente:

All'articolo 40, comma 1, del decreto-legge 23 settembre 2022, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 novembre  2022, n. 175, le parole:  «  31  dicembre  2022  »  sono  sostituite  dalle seguenti: « 30 giugno 2023 ».
Legge 197/2022 – Articolo 1, comma 815

Cosa viene prorogato?

[…] la posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico, da parte dei soggetti di cui al comma 2, di strutture amovibili, quali:

  • dehors,
  • elementi di arredo urbano,
  • attrezzature,
  • pedane,
  • tavolini,
  • sedute e ombrelloni,

purché le sopracitate strutture siano funzionali alle attività di esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande e siano state autorizzate con le OSP emergenziali da COVID19. Il tutto, come ampiamente detto prorogato fino al 30 Giugno 2023 (salvo successive proroghe dello Stato).

La legge attualmente in vigore

In estrema sintesi rimane in vigore l’art 9-ter, comma 5, del decreto legge 28 ottobre 2020, n. 137, che modificato dall’ultima Legge 197/2022 e precisamente l’articolo 1, comma 815 possiamo leggerlo coordinato in questa maniera:

Ai soli fini di assicurare il rispetto delle misure di distanziamento connesse all’emergenza da COVID-19, a far data dal 1° gennaio 2021 e comunque non oltre il 30 giugno 2023, la posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico, da parte dei soggetti di cui al comma 2, di strutture amovibili, quali dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni, purche’ funzionali all’attivita’ di cui all’articolo 5 della legge n. 287 del 1991, non e’ subordinata alle autorizzazioni di cui agli articoli 21 e 146 del codice di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.
Per la posa in opera delle strutture amovibili di cui al periodo precedente e’ disapplicato il limite temporale di cui all’articolo 6, comma 1, lettera e-bis), del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380.

E’ possibile richiedere ad oggi una nuova Occupazione di Suolo Pubblico per COVID a Roma?

Attualmente non è più possibile. Secondo l’ultima Deliberazione n° 43/2022 e precisamente al punto 10 chiarifica che:

tutte le occupazioni di suolo pubblico emergenziali realizzate con la procedura semplificata (di cui alla Deliberazione dell’Assemblea Capitolina n.81/2020 e all’articolo 38 della Deliberazione dell’Assemblea Capitolina n.21 del 24 marzo 2021 e s.m.i.) […] potranno permanere fino alla data del 31 dicembre 2022 e dovranno essere rimosse alla data dell’1 gennaio 2023, (oggi prorogate fino al 30/06/2023).

Inoltre da tempo anche sul portale SUAP di Roma Capitale, non è possibile richiedere Occupazioni di Suolo Pubblico emergenziali da COVID, ma si può presentare solo la rinuncia/disdetta al fine di non pagare il canone COSAP.

Proroga-Occupazione-Suolo-Pubblico-2023-Roma

L’occupazione di Suolo Pubblico da COVID paga il canone COSAP?

Dal giorno 01/04/2022 è ripristinato il pagamento del canone COSAP, anche per le Occupazioni semplificate da COVID.
A tal fine, relativamente il calcolo del contributo COSAP inerente l’anno 2022 trovi tutte le informazioni nella D.A.C. 141/2022 (A breve realizzerò un articolo dedicato al canone COSAP).

Calcolo COSAP per Occupazione Suolo Pubblico Roma

Come capire se la somma richiesta dal Comune di Roma per il COSAP (oggetto di Occupazione di Suolo Pubblico per Somministrazione) sia congrua?

Il Comune di Roma, all’interno del portale SUAP mette a disposizione un calcolatore per il COSAP.

Come utilizzarlo? Molto semplice mettere all’interno o seguenti dati.

  • Immettere Indirizzo e numero civico
  • Selezionare “Occupazioni suolo di pubblici esercizi (tavoli, sedie, ombrelloni, pedane)
  • Inserire n° 1 Numero oggetti
  • Inserire Superficie in metri quadrati
    N.B.: Importante!
    La superficie inserita deve essere quella menzionata nella domanda e/o nell’autorizzazione dell’occupazione di suolo pubblico emergenziale da COVID.

Qual è l’intenzione futura?

Nella Deliberazione n° 43/2022 (precisamente al termine della pagina 9) il Comune di Roma esprime la volontà di:

approvare un nuovo Regolamento per la disciplina del canone patrimoniale per l’occupazione del suolo pubblico entro il 31 dicembre 2022 tenendo conto della possibilità di deliberare definendo specifici ambiti territoriali anche in revisione della Deliberazione n.35/2010 (Ambiti della Somministrazione) e della possibilità di richiedere OSP, come da art. 20 del Codice della strada, sulle strade di categoria interzonale e di quartiere opportunamente riclassificate in viabilità locale.

Consigli finali

Prima di procedere con ulteriori richieste di Occupazioni di Suolo Pubblico ordinarie (non semplificate per l’emergenza da COVID19) consiglio di:

  • Sfruttare l’ultima proroga fino a Giugno 2023 (probabile che ci siano altre proroghe Statali);
  • Attendere nuovo regolamento per le occupazioni di suolo pubblico a Roma
  • Non disdire l’Occupazione da COVID, visto che non è più possibile richiederla in via emergenziale.
Geom. Dario Varrà

Geom. Dario Varrà

Hai problemi tecnici con l'argomento trattato in questo articolo?

Stai cercando un Tecnico (Geometra o Architetto) per risolvere i problemi catastali ed urbanistici?

Lo Studio Tecnico Varrà è Specializzato in Consulenza:

Puoi contattarci quando vuoi,

Ai clienti provenienti da canali online offriamo come bonus

Una consulenza dedicata gratuita!

Richiedi Informazioni

Hai fretta? Chiamaci

al numero dedicato

Non siamo disponibili?

Ti interessano queste News?

Iscriviti alla nostra Newsletter relativa al settore Immobiliare ed Edilizio

Lavoriamo continuamente per informare chi ha problemi tecnici sugli immobili.

Se hai trovato l'articolo interessante, puoi aiutarci a diffonderlo tramite le seguenti azioni: