Newsletter

logo_studio_tecnico_varra

Hai bisogno di un professionista e di consulenza tecnica per una pratica CILA?

cila_roma_logo_2_compr

CILA Roma - Pratiche Edilizie a Roma

Il servizio dello Studio Tecnico Varrà specializzato in pratiche CILA a Roma e Provincia

CILA per Ristrutturazione Roma

Per maggiori informazioni

CILA in Sanatoria Roma

Per maggiori informazioni

CILA Roma che cos'è

CILA Roma è il servizio dello Studio Tecnico Varrà specializzato in pratiche CILA a Roma e Provincia.
A differenza dei "tradizionali studi tecnici" che gestiscono tutte le pratiche senza specializzazioni specifiche, noi ci distinguiamo per l'adozione di un approccio strutturato sulle competenze.
Questo ci consente di garantire consulenze altamente specializzate nell'ambito delle pratiche CILA, offrendo così servizi mirati e di qualità superiore.
Quali benefici ha il cliente con il nostro servizio? Grazie alla nostra specializzazione potrai beneficiare:

CILA per Ristrutturazione Roma

Se stai pensando di ristrutturare la tua abitazione, oppure vuoi semplicemente usufruire dei bonus fiscali per ristrutturazione e/o efficienza energetica ricorda che è obbligatorio presentare la CILA prima dell'inizio dei lavori.

La Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA) è una procedura edilizia semplificata che permette di avviare lavori previa presentazione della pratica, il tutto mediante l’asseverazione di un tecnico abilitato, (quale geometra, architetto od ingegnere).

Una volta inoltrata la documentazione al comune, è possibile dare inizio ai lavori senza attendere ulteriori approvazioni, grazie all’asseverazione del tecnico che ne garantisce la conformità alle norme vigenti. L’asseverazione conferma che il progetto soddisfa vari criteri importanti: aderenza alle normative edilizie, conformità agli strumenti urbanistici e ai regolamenti edilizi in vigore, nonché il rispetto di specifiche normative settoriali quali quelle relative alla costruzione, efficienza energetica, prevenzione incendi, tutela paesaggistica e ambientale, eliminazione delle barriere architettoniche e altre ancora.

FAI ATTENZIONE !
Si CONSIGLIA di avvalersi preventivamente della consulenza di un tecnico specializzato.
Questo approccio è cruciale per affrontare ed anticipare la complessità degli aspetti legati alla regolarizzazione urbanistica e catastale, nonché per la realizzazione di uno studio di fattibilità. La valutazione preventiva consente di identificare e pianificare accuratamente ogni fase del progetto edilizio-autorizzativo.

Quali opere sono soggette a CILA

Gli interventi edilizi realizzabili in CILA sono normati dal DPR 380/2001, conosciuto come Testo Unico dell'Edilizia, ed il D.Lgs 222/2016, che stabilisce le linee guida per le procedure edilizie, inclusa la CILA, apportando specifiche modifiche e precisazioni. In particolare, il D.Lgs 222/2016, mediante la Tabella A - Sezione II, offre un dettagliato elenco degli interventi edilizi ammessi e dei rispettivi regimi amministrativi, fungendo da strumento fondamentale per identificare le attività che necessitano della CILA o di altri titoli edilizi.
Ad ogni modo, possiamo così sintetizzare le opere soggette a CILA:

Manutenzione Straordinaria (leggera)

DPR 380/2001, Art. 3, c. 1, lett. b) ed Art. 6-bis

Opere e modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino mutamenti urbanisticamente rilevanti delle destinazioni di uso. Nell’ambito degli interventi di manutenzione straordinaria sono ricompresi anche quelli  consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione d’uso; ivi compresa l’apertura di porte interne o lo spostamento di pareti interne, sempre che non riguardino le parti strutturali dell’edificio.

Restauro e Risanamento Conservativo (leggero)

DPR 380/2001, Art. 3, c. 1, lett. c) ed Art. 6-bis

Interventi edilizi rivolti a conservare l’organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo stesso, ne consentano destinazioni d’uso con essi compatibili. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell’edificio, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell’uso, l’eliminazione degli elementi estranei all’organismo edilizio.

Eliminazione delle barriere architettoniche (pesanti)

DPR 380/2001, Art. 6-bis

Gli interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche.

Clausola Residuale della CILA

DPR 380/2001, Art. 6-bis

Il punto 30 della Tabella A, Sezione II, relativa alla ricognizione degli interventi edilizi e dei relativi regimi amministrativi, semplifica la comprensione più semplicemente per esclusione: Definisce tutti gli interventi che non rientrano nelle categorie di Edilizia Libera, SCIA o Permesso di Costruire, automaticamente inclusi nel regime della CILA in maniera residuale.

Sono realizzabili mediante Comunicazione di inizio lavori asseverata gli interventi non riconducibili all’elenco di cui all’articolo 6, 10 e 22 del d.P.R. n. 380 del 2001, fatte salve le prescrizioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia vigente, e comunque nel rispetto delle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia e, in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all’efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, nonché delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.

Hai bisogno di un Preventivo "ZERO Sorprese" ?

Oppure necessiti di una Consulenza dettagliata per una soluzione tecnica più adatta?

PER UN SUPPORTO (GRATUITO E SENZA IMPEGNO)

CILA in Sanatoria Roma

Questa procedura si rivolge a interventi che sono già stati avviati o completati senza le dovute autorizzazioni.
Attraverso la presentazione di una CILA Tardiva (chiamata in gergo "CILA in Sanatoria"), è possibile regolarizzare tali opere, anche quelle già realizzate o in fase di realizzazione, purché ricadano in CILA, siano conformi alle normative edilizie ed urbanistiche vigenti.
In tale casistica la cosiddetta "sanatoria" avviene tramite il versamento di una sanzione amministrativa di € 1.000,00 che deve essere presentata al momento della protocollazione della documentazione necessaria.
FAI ATTENZIONE !
Si CONSIGLIA di avvalersi preventivamente della consulenza di un tecnico specializzato.
Questo approccio è cruciale per affrontare ed anticipare la complessità degli aspetti legati alla regolarizzazione urbanistica e catastale, nonché per la realizzazione di uno studio di fattibilità. La valutazione preventiva consente di identificare e pianificare accuratamente ogni fase del progetto edilizio-autorizzativo.

Quanto costa la CILA a Roma?

Quando si richiede un preventivo per una pratica CILA, è fondamentale considerare:
N.B.: È importante assicurarsi che il preventivo includa tutti gli step necessari per la corretta gestione della pratica, evitando offerte che omettano costi essenziali per abbassare artificialmente il prezzo iniziale.

Costi Associati alla CILA

I costi per una pratica CILA possono includere:
In sintesi
I costi possono variare significativamente in base all'entità dei lavori ed alla dimensione dell'unità immobiliare, ma generalmente si aggirano tra i 900 e i 1.500 euro, esclusi eventuali costi aggiuntivi per Direzione dei Lavori, ricerche documentali o pratiche catastali.
CONSIGLIO!
Non guardare solo il prezzo del preventivo, ma anche (e sopratutto) cosa è compreso!
Di solito i preventivi (specie online) hanno prezzi standard minimi, in quanto non tengono inizialmente conto delle possibili variabili tecniche che possono emergere successivamente in maniera per voi imprevista.
Il costo di una pratica CILA dipende da molteplici variabili che devono essere accertate e verificare preventivamente quali:
Ulteriori consigli per la Gestione della CILA

...IN SINTESI, SENZA UN'ACCURATA CONSULENZA PREVENTIVA

è a dir poco impossibile eseguire una preventivo SENZA SORPRESE!

PER UN SUPPORTO (GRATUITO E SENZA IMPEGNO)

Come presentare la CILA a Roma?

La CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata), è un procedimento semplificato che permette di avviare lavori edilizi di minore entità senza attendere i tempi di un Permesso Di Costruire o di una SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività). A Roma, come ormai in buona parte d'Italia, la presentazione della CILA avviene in maniera telematica

Per presentare una CILA nel Comune di Roma, è necessario:

Invio tramite SIPRE: La documentazione deve essere inviata telematicamente attraverso il portale SUET del Comune di Roma. Questo sistema permette la trasmissione digitale di tutti i documenti necessari e facilita la gestione delle pratiche edilizie.

Il sistema SUET, acronimo di Sistema Unico per l'Edilizia Territoriale, rappresenta la soluzione adottata da Roma Capitale per facilitare la gestione elettronica delle pratiche edilizie, (compresa la CILA).

Questa piattaforma digitale consente tanto ai professionisti quanto ai cittadini di inoltrare e monitorare le pratiche edilizie interamente online, ottimizzando e rendendo più efficiente l'intero processo burocratico.
N.B.: È importante sottolineare che per accedere al SUET ed usufruire dei suoi servizi, è indispensabile che il proprietario dell'immobile (dichiarante della CILA) disponga dello SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Questo requisito è indispensabile: senza lo SPID del proprietario, non è possibile effettuare l'accesso e la registrazione sul portale di Roma Capitale per presentare la documentazione necessaria alla pratica edilizia.

CILA Roma Diritti di Segreteria

Roma Capitale ha stabilito le tariffe per il 2024, includendo i diritti di segreteria relativi alle pratiche edilizie, tra cui la CILA, conformemente alla Deliberazione n. 421 del 15 dicembre 2023 e precisamente:
N.B.: Se le opere per il quale si presenta la CILA sono state già compiute, oppure sono in corso d’opera, ci sarà da aggiungere una sanzione pecuniaria per la "sanatoria" da versare alla Tesoreria di Roma Capitale, ovvero:

Hai bisogno di un Preventivo "ZERO Sorprese" ?

Oppure necessiti di una Consulenza dettagliata per una soluzione tecnica più adatta?

PER UN SUPPORTO (GRATUITO E SENZA IMPEGNO)

Perché Sceglierci

5,0
5/5
Hai bisogno di un Preventivo?

Clicca per ricevere consulenza.

Per te un BONUS di una Consulenza Professionale Completa (del valore di 49 €)

Hai fretta? Chiamaci

Per parlare subito con un tecnico.

Blog (Sezione CILA)

a-cosa-serve-la-cila-a-roma

A Cosa Serve la CILA a Roma?

La CILA semplifica la ristrutturazione a Roma, ma fai attenzione! Non è un Condono Edilizio Intraprendere progetti di ristrutturazione o regolarizzazione di immobili a Roma,

Scopri di più